Rigenerare la rugosità della superficie

Assicurare il drenaggio superficiale stradale

Contatto secco rompendo la pellicola d'acqua

Dal Ticino in giro per l'Europa

Uno dei fenomeni più sentiti in merito alla sicurezza stradale

L’aderenza superficiale è quel parametro che fornisce i valori di “attrito” tra il pneumatico e la pavimentazione. Il manto di una nuova pavimentazione in asfalto presenta dei valori di aderenza sufficienti per garantire un fenomeno di attrito. Più precisamente l’acquaplannning si verifica quando l’acqua di origine piovana si iterpone tra le ruote e il manto stradale creando una pellicola tale da non permettere più il contatto tra le due superfici.

paintbrush

Rimozione di segnaletica orizzontale

Inclusa termoplastica, superfici industriali ecc…

work-tools

Pulizia e irruvidimento di superfici

Realizzazione di superfici bituminose ed in cemento armato, compreso resti di boiacca nelle gallerie con rimozione di prodotti chimici a seguito di incidenti.

vintage-car-crossing-the-bridge

Pulizia e irrivudimento di piattabande

Nel corso della manutenzione di piattabande in calcestruzzo di ponti autostradali verrà effettuata una pulizia e un irruvidimento, con resistenza allo strappo garantita così pure di piastre d’acciaio durante la costruzione o la manutenzione prima di applicare primer, impermeabilizzazione e manto stradale.

takeoff-the-plane

Sgommatura di superfici aereoportuali

Sia superfici bituminose che in calcestruzzo (zone touch-down) ed aree di posteggio(aprons). Pulizia ed irruvidimento di pavimentazioni pregiate (granito, porfido ecc..)

Il punto di partenza

Macchine pallinatrici

La Società TRISHA Anstalt, è attiva nel settore della costruzione di macchine pallinatrici da diversi anni e propone un nuovo prototipo di macchina pallinatrice : una macchina pallinatrice semovente per il trattamento delle superfici.  La pallinatura è un procedimento che utilizza biglie di acciaio di diametro variante da 0,8 a 1,4 mm. per bombardare la superficie del rivestimento. Generalmente tutte le pallinatrici sono a ciclo chiuso, ovvero le microbiglie sono proiettate verso la superfice e recuperate al rimbalzo. L’aspirazione molto ridotta evita la dispersione delle polveri e recupera il materiale di risulta.

La Trisha, detentrice del brevetto internazionale EP0964101, ha introdotto il ciclo combinato, che segue e stesse regole di cui sopra, ma con l’aggiunta di 2 prese d’aria opportunamente sagomate che offrono svariati vantaggi :

-raffreddamento delle microbiglie prima di raggiungere la superficie da trattare

-utilizzo della tecnologia su superfici leggermente sconnesse

-maggiore durata delle microbiglie

Trisha 2000

La Trisha 2000 è un autotreno, composto dalla motrice (un Iveco Eurotech MP 260E43Y/PS a 3 assi) e da un rimorchio 17m. di lunghezza, 4 m in altezza, 2,50 di larghezza e 36t di peso totale a terra.

Una volta raggiunto il cantiere con pochi e semplici passaggi si trasforma in un mezzo d’opera con tutti i crismi necessari: trasmissione idrostatica, motore stazionario ecc. senza rinunciare ai conforti della cabina del conducente.

L’unita’ (autocarro) di aspirazione e filtraggio composta da 48 cartucce autopulenti che tratta l’aria utilizzata per il ciclo di lavorazione. Un motore ausiliario del tipo stazionario per la generazione della potenza sia idraulica che elettrica necessaria ad asservire tutte le utenze della macchina.L’unita pallinatrice a cui è applicato il banco turbine capace di traslare lateralmente su cui trovano alloggio le 4 ruote con pale curve a profilo conico che proiettano le microbiglie verso la superficie da trattare. Il ciclone munito di pettini di rallentamento del flusso dell’abrasivo e per asportare le polveri sottili.

I vagli del tipo a tamburo a tre stadi, che ruotano su perni folli , per la separazione dapprima delmateriale di risulta e poi dalle polveri fini dall’abrasivo perpoi reimmetterlo nel circuito di lavorazione. Un 2° motore ausiliario per la generazione del moto a tutte le utenze asservite.

Guarda la tecnologia Trisha in azione!

Visualizza versione inglese

Contattaci

""
1
Previous
Next